Servizi on line

natale_insieme_solidale_2019img

NATALE INSIEME SOLIDALE 2019 – PRESENTA IL TUO PROGETTO SOLIDALE ENTRO IL 30 SETTEMBRE

13:31 27 June in Differente nei fatti, Economia, Eventi, Soci

 

 

Un primo aggiornamento sui progetti vincitori del bando 2018.

A poco più di sei mesi dall’edizione di “Natale Insieme Solidale”, ecco un primo aggiornamento dei progetti vincitori del Bando per i quali la Banca, nell’occasione, ha stanziato una somma complessiva pari a 135.000,00 euro.

Ricordiamo che le associazioni vincitrici, nello specifico “AROP”, “Rimini AIL” e “ProLoco San Vito”, si sono aggiudicate rispettivamente 40.000,00 euro; un premio di consolazione particolare, pari a 15.000,00 euro, è stato dato anche a “La Prima Coccola” per essersi posizionata al 4° posto per un solo punto di differenza dalla terza.
I progetti che ad oggi sono già stati avviati e ultimati sono quelli delle associazioni AIL e AROP, “Curarsi a casa dopo il trapianto di cellule staminali” e “Casa Accoglienza per famiglie con bambini in Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini”. Gli altri due progetti, ovvero “Centro Sportivo Ricreativo Mazzotti Cav. Umberto” di Pro Loco San Vito e “Cura della bellezza per la salute dei bambini e dei genitori che crescono in Terapia Intensiva Neonatale (TIN)” di La Prima Coccola, in questi primi mesi dell’anno si sono dedicati principalmente alle pratiche burocratiche ma presto vedremo anche la loro realizzazione.
AIL dal 1997 si occupa di ricerche scientifiche sulle leucemie, linfomi, mieloma ed altre emopatie maligne; nonché di tutta l’organizzazione ed il miglioramento dei servizi e dell’assistenza socio-sanitaria in favore dei leucemici ed altri emopatici assieme alle loro famiglie. “Il contributo della Banca è stata una manna dal cielo per noi – dice il Presidente di Rimini AIL Edoardo Pinto – Ci ha consentito di fare un importante passo avanti. A gennaio scorso abbiamo potuto assumere la Dott. ssa Giulia Tolomelli, specialista in trapianti, che assiste sia a livello ospedaliero che a livello domiciliare, i pazienti sottoposti a questo tipo di intervento e che diversamente sarebbero costretti ad una degenza ospedaliera di circa 4/5 mesi, per tutte le cure post trapianto.
Ringraziamo quindi tutti i soci che ci hanno dato il loro voto e naturalmente i vertici della Banca che ci hanno offerto questa grande opportunità”.
A.R.O.P. Onlus è invece un’associazione di volontariato nata a Rimini circa 15 anni fa, per sostenere il bambino affetto da malattie oncoematologiche e da altre malattie croniche dell’età pediatrica, con l’obiettivo prioritario di migliorare la qualità dell’assistenza, delle cure oncologiche e della qualità di vita dei piccoli pazienti e delle loro famiglie. “La casa accoglienza per noi era un sogno che oggi che è divenuto realtà. Grazie al sostegno di Banca Malatestiana
abbiamo potuto terminare gran parte dei lavori, soprattutto delle aree ludico ricreative – riferisce il Presidente di AROP Roberto Romagnoli – Oggi finalmente possiamo ospitare le famiglie sostenendole nei percorsi di gestione del bambino sottoposto a terapie oncologiche offrendo loro anche un luogo accogliente e piacevole che le faccia sentire come a casa loro. Davvero grazie alla Banca per averci aiutato a realizzare il
nostro sogno!”